AIPAI - Associazione Italiana per il Patrimonio Archeologico Industriale

21 settembre 2017

Memoria ed emozione: conservazione, valorizzazione e rigenerazione del patrimonio industriale

Convegno _30 Settembre 2017  – presso Villa Chiozza
programma della giornata

Dall’affermazione dell’UNESCO: “Patrimonio è la nostra eredità del passato, quello che viviamo oggi e ciò che trasmetteremo alle generazioni future” ha preso spunto l’Associazione Amideria
Chiozza per organizzare, insieme all’AIPAI, all’Università di Udine e all’Università di Trieste ed al Comune di Ruda , nella giornata del 30 settembre 2017, il Convegno “Memoria ed emozione:
conservazione, valorizzazione e rigenerazione del Patrimonio Industriale”.
L’Associazione Amideria Chiozza è nata del 2014 con lo scopo di salvare e valorizzare il patrimonio industriale costituito dall’Amideria Chiozza di Perteole di Ruda in provincia di Udine. Una fabbrica d’amido ideata alla fine dell’800 da Luigi Chiozza, costruita con i criteri e le macchine della prima Rivoluzione industriale e attiva sino al 1986. Un patrimonio costituito non solo dagli edifici, dalle macchine, dai prodotti ma anche da 50 anni di archivio e dalla memoria di chi, di generazione in generazione, ha lavorato all’interno di un complesso industriale unico, immerso nella campagna della Bassa Friulana.
Le collaborazioni con le Università di Udine (Dipartimento di Conservazione del Beni Culturali e Dipartimento di Economia e Statistica) e di Trieste (Dipartimento di Ingegneria e Architettura)
hanno consentito lo studio di un passato ancora vivo e la progettazione di un futuro di valorizzazione. Ed è proprio questo passato, fatto di memoria ed emozione e che ancor oggi aleggia
visitando la fabbrica, a far da cornice al Convegno che si svolgerà nella mattinata del 30 settembre prossimo presso Villa Chiozza ed al quale parteciperanno relatori di respiro internazionale che
illustreranno esperienze italiane ed estere.
Seguirà la presentazione dei progetti di recupero e rifunzionalizzazione dell’Amideria elaborati dagli studenti del Corso di Studi in Architettura dell’Università di Trieste, che saranno esposti in
mostra negli spazi dell’Amideria. Nel pomeriggio sarà possibile effettuare una visita guidata all’interno della fabbrica, per poi spostarsi al Teatro Pasolini a Cervignano del Friuli per la tavola rotonda “Percorsi di valore : L’Amideria Chiozza e il territorio regionale verso il futuro”, che metterà a confronto studiosi , amministratori pubblici , imprenditori privati.
La giornata si concluderà con lo spettacolo teatrale “AMIDA: due madri una fabbrica” atto unico di Carlo Tolazzi. La pièce teatrale racconta la storia di due donne che sono state colleghe di
lavoro nella storica Amideria «L. Chiozza» di Perteole e ora si ritrovano in un ospizio: la più giovane, Amìda, appena assunta come ausiliaria, l’altra ricoverata e in preda a una insorgente
demenza. Tra le due si sviluppa uno strano rapporto basato sul racconto di ciò che avveniva nella fabbrica di amido, una rievocazione che per Amìda è la graduale e sofferta presa di coscienza delle proprie origini intimamente connesse ad alcuni fatti di cronaca realmente accaduti. Sullo sfondo di una grande avventura industriale capace di esportare anche oltreoceano un prodotto di eccellenza, si dipana una piccola vicenda in cui l’amore si coniuga con l’altruismo, con la pietà e con il silenzio.
Per informazioni : info@amideriachiozza.it


Tag: EVENTI, Eventi AIPAI